Restyling!

Oioiii che cambiamento! Mi ricordo il nutrito staff che ci aiutò con lezioni teoriche e pratiche ad entrare nel fantastico mondo dello styling! Da quel giorno niente fù più lo stesso, neanche il naso di Saxy, neanche il cervello di Mr. Pioneer, neanche … la colite spastica del Supremo!
Dopo uno studio veramente lungo e approfondito approdammo alla elaborazione di ben 5 concept diversi, tra cui prevalse quello che ci vede oggi in completo da iene, che lo stesso Tarantino ci vorrebbe per il sequel. Siamo stati i primi cosplayer musicali, tanto che la direzione di Lucca Comics usò la nostra immagine per il suo sito, per enfatizzare la nascita di un nuovo fenomeno: il music & cosplay. Un altro importante tassello alla nostra carriera. I Miwa … creano un nuovo stile!
Da lì si apre anche un nuovo scenario a livello di booking: la gente apprezza moltissimo il nuovo look del gruppo e le richieste di serate aumentano vertiginosamente; le famiglie con i bimbi piccoli si fermano a scattare foto vicini all’uomo ragno, batman, iron man & co.

I MIiwa cambiano sesso?

No tranquilli… solo il look!

Album CD 2 Miwa

Go! Go! Go!

Anche il secondo cd non si scorda mai…
Come detto sopra abbiamo realizzato tre dischi in studio: bene questo è il secondo. E’ quello con i pezzi che hanno gli arrangiamenti più belli per noi musicisti. Un Rock cazzutissimo!
Il concept di tutto il disco è la fuga dei Miwa dal mondo dei cartoni animati (si capisce già dalla copertina), varcando un portale spazio-temporale. Il furgone, per essere fotografato in posizione sopraelevata fu messo su un ponte da meccanico e il buon F. Minucci scattò la foto. Poi M.Pace ha messo il suo solito tocco irriverente nei disegni! Un grande.
Tra un brano e l’altro delle brevi intro che fanno capire all’ascoltatore dove stiamo andando con il Miwagon, che per l’occasione viene animato dalla voce di Kit di Supercar; del resto era un super furgone. R.I.P. Miwagon I
Adesso abbiamo il Miwagon II.

N.B. La parte iniziale di Sandokan è stata cantata da M. Deangelis, ovvero gli Oliver Onions, ovvero coloro che hanno fatto la storia delle sigle di cartoni animati e film anni 70/80 da Orzowei a Furia cavalo del West, alle sigle dei film di Bud Spencer e Terence Hill. Insomma … un’altra grande soddisfazione!

Arena della Musica

Ci dissero che dovevamo rispettare certe posizioni fissate sul palcoscenico perchè erano stati fatti i puntamenti delle luci. I che?? Ma non scherziamo dai. Dopo 5 minuti ognuno di noi saltava da una parte all’altra del palco come grilli impazziti. Non potete ingabbiare i leoni! All’epoca era con noi Mr. Pipe con i suoi sonini elettronici e rutti liberi fotonici. Ma era sorecato e ora … fa jazz! Del resto… tutti quanti voglion fare jazz… halleluya-a

P.s. Ah, il bischero in ginocchio era il nostro grandissimo regista M.Petrini che ringrazieremo sempre per i bei video che ha realizzato per noi (v. Spiderman e MMB).

And the Winner is…

I miwa vincono il primo contest per cartoon cover band
Dopo anni di lavoro arrivano i primi frutti! E che frutti: Lucca Comics organizza il primo contest per cartoon cover band e i Miwa lo vincono! Tiè! Come dice l’amico Wally, collega musicista, “i Miwa hanno un tiro della Madonna!”. La soddisfazione maggiore della vittoria furono i complimenti della giuria che era composta non certo dagli ultimi arrivati: erano gli autori delle stesse sigle che avevamo appena osato suonare: Douglas Meakin, Dave Summer e Mike Frazer!
Ma a differenza degli altri, i Miwa hanno sempre osato in tutto, in primis nell’arrangiare i brani in maniera completamente diversa dall’originale e dagli altri. E questo ha pagato. Infatti lo ska punk è il genere musicale che contraddistingue i nostri arrangiamenti, e la gente … balla! P.S. La coppa la custodisce gelosamente il Supremo a casa sua, e non c’è verso di rivederla.

Album CD1 Miwa

1° CD Miwa

Il primo cd non si scorda mai…
Questo è l’anno in cui abbiamo deciso di incidere il nostro primo cd in studio!
Intitolato Miwa’s house, raccoglie ben 19 brani tra i classici degli anni 70-80. Il concept grafico è incentrato sulla casa di Miwa e Hiroshi, presi in situazioni di vita quotidiana e disegnati da M. Pace; i due presentatori ufficiali del disco sono Beavis e Butt-head, due cerebrolesi che a mala pena sanno parlare, figuriamoci … presentare. Il riff di basso con cui si apre il disco fa il verso a quello certamente più noto de “Gli spari sopra” di Vasco. La voce del Rossi nazionale è di Adamo Paoletti, frontman della famosissima Combriccola del Blasco, omonima tribute band, che si è prestato amichevolmente allo scherzo. Nel paginone centrale, come quello di Play Boy, c’è un collage di foto nostre … da giovani!
La foto del retro cd è stata scattata all’interno di ciò che restava del vecchio Tiburzi, primo centro sociale grossetano. Il giorno dopo fu definitivamente demolito. “Perchè il Supremo è lontano da tutti gli altri nella foto?” questa domanda ce la fanno dal …2005: perché si stava bagnando le scarpe nella pozzangheraaaaaa! La foto di copertina è stata scattata in una via del centro storico di Grosseto e se ci andate … trovate ancora lo stesso adesivo. Il campanello invece … no!
Registrato e mixato a Siena da A.Guasconi del Virus Studio, con cui abbiamo iniziato una lunga e proficua collaborazione che va avanti ancora oggi dopo ben 3 dischi e vari singoli!